Apple dice sì all’ispezione ambientale di due suoi fornitori cinesi

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

Apple farà controllare gli stabilimenti dei propri fornitori cinesi per portare a termine le ispezioni ambientali. Tutto inizierà nel mese di marzo negli impianti di due fornitori cinesi di Apple. Verranno controllati il trattamento delle sostanze tossiche in aria, terra, acqua e le discariche.

Apple ha accettato i controlli nel mese di gennaio, rispondendo a due report dell’ente di tutela dell’ambiente, dato che era palese la presenza di problematiche relative agli scarichi ed all’uso di sostanze chimiche tossiche presso due presunti fornitori di Apple.

Pochi mesi fa Apple e l’IPE avevano raggiunto un accordo in riferimento alle ispezioni ambientali, al fine di garantire il massimo livello di trasparenza. Non è detto che il risultato finale dell’ispezione sia pubblicato. Forse solo una volta che verrà trovata una soluzione.

A livello di ecosostenibilità e di applicazione delle politiche di riduzione dell’impatto ambientale, Apple ha recentemente pubblicato un report contenente ogni spiegazione sulle varie soluzioni poste in essere per ridurre via via la produzione di gas serra.

Condividi ↓
Apple

Lascia un commento