Il Dipartimento di Giustizia USA mette nel mirino Apple e altri editori per presunta violazione delle norme antitrust negli e-book

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

Stando ad una notizia riportata dal Wall Street Journal, il Dipartimento di Giustizia USA avrebbe avviato un’indagine per presunta violazione delle norme antitrust nei confronti di Apple e di altri cinque editori: Hachette, Harper Collins, Macmillan, Simon & Schuster e Penguin. Il presunto cartello sui prezzi degli eBook non è argomento nuovo.

Con il lancio dell’iPad di prima generazione, Apple ha infatti rivoluzionato l’industria dell’editoria ed in particolare con gli e-book ha costituito un sistema di contratto d’agenzia da cui ottiene il 30% su ogni vendita.

Il sistema targato Apple si è subito diffuso e se da un lato ha apportato non pochi benefici agli editori per l’emergere di nuovi venditori di libri elettronici, dall’altro le Autorità Antitrust sono di parere opposto, perché il modello in questione comporta il rialzo dei prezzi. Negli Usa vari editori consapevoli della violazione delle norme antitrust avrebbero optato per la negoziazione con il Dipartimento di Giustizia, al fine di evitare il processo. Cosa farà Apple?

 

Condividi ↓
Apple

Lascia un commento