Il Congresso americano interroga una trentina di sviluppatori iOS con tanto di lettera ufficiale. Argomento? La privacy!

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

A quanto pare, il Congresso americano intende mettere le cose in chiaro su quella vicenda che vede  diversi sviluppatori iOS violare le norme sulla privacy imposte da Apple. Ci sono stati dei controlli sulle applicazioni a cui gli sviluppatori hanno lavorato, per verificare se vengono rispettate le politiche sulla privacy della compagnia e per sapere come venivano impiegati i dati degli utenti. La Next Web ha poi pubblicato una lettera ricevuta dal team degli sviluppatori Tapbots, da parte del membro della Camera dei Rappresentanti Fred Upton e del deputato Henry Waxman.

Questa lettera è stata inviata anche ad una trentina di sviluppatori iOS, come ad esempio quelli che lavorano per Twitter, SoundCloud, Instagram’s Burbn, Path, Facebook, Foodspotting, Turntable.fm e Trover. La commissione precisa che le applicazioni sono state selezionate per la loro presenza nella sottocategoria “Social Network” della sezione “iPhone Essentials” dell’App Store.

La società di Cupertino è stata interrogata sull’applicazione “Find My Friends“. La lettera ufficiale presenta molti tratti in comune con quella che il Congresso aveva già inviato a Apple a Febbraio, in riferimento all’applicazione “Path”. A questa lettera, Apple dovrà rispondere entro il 12 aprile 2012.

 

Condividi ↓
iOSX, News, Software

Lascia un commento