La class-action contro Apple si sposta anche in Canada

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

Il Montreal Gazette comunica che un avvocato del luogo ha deciso di citare in giudizio Apple per conto di ogni cittadino Canadese che abbia acquistato un e-book negli ultimi 2 anni. La vicenda è sempre la stessa e cioè viene contestato ad Apple di aver alzato il prezzo degli e-book creando una concorrenza sleale. Praticamente Apple in accordo con Amazon avrebbe alzato il prezzo degli e-book per avere maggiori guadagni per la società e per le case editrici. Tutti infatti vengono contestati in questa guerra che vede Apple protagonista.

Apple dovrebbe abbassare il prezzo degli e-book a 9,99$ che era il prezzo originario comunemente pagato nell’acquisto di un e-book Amazon. Apple si difende dicendo che Amazon proponeva un prezzo basso rispetto alla concorrenza perchè aveva bisogno di vendere più Kindle (il lettore di e-book di Amazon). Per questo Apple si rifiuta di abbassare il prezzo e ritiene la sua funzione di “agente” delle case editrici indispensabile per il mercato sui dispositivi Apple. Vedremo come andrà a finire.

Condividi ↓
Apple

Lascia un commento