Apple non voleva più Google o Google non voleva più aiutare Apple?

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

Il problema della nuova app Mappe su iOS 6 è ormai diventato un caso di interesse generale. Perchè questa nuova app Mappe sembra proprio non piacere ai clienti Apple che non vedono l’ora che Google crei l’app Google Maps per iOS. Ma il problema sembra non essere solo di Apple ma anche di Google. Secondo alcune fonti non sarebbe stata Apple a scacciare Google Maps da iOS ma sarebbe stata Google a chiudere prima il contratto in modo da poter mettere in difficoltà Apple. Cerchiamo di fare qualche valutazione.

Apple voleva lanciare la sua app Mappe con iOS 7 l’anno prossimo ma ha dovuto lanciare prima del previsto l’applicazione Mappe. E questo si vede, perchè l’app è piena di difetti o di caratteristiche che non sarebbero al livello della concorrenza e quindi perchè Apple avrebbe dovuto mettere sul mercato un’app non completa?

Una verità potrebbe essere che Google non ha mai migliorato l’app Google Maps, in particolare non ha mai aggiunto la funzionalità “Turn by turn” che è quella che serve per la modalità “Navigatore“. Questa funzione è da tempo disponibile per Android e quindi Apple potrebbe aver deciso di cambiare app Mappe perchè stanca che Google non aggiornasse l’app per iOS. Infatti l’app Mappe di Apple su iOS 6 ha questa funzione. Quindi non sarebbe solo colpa di Apple se si è deciso di cambiare applicazione, ma Apple si sarebbe mossa quasi costretta da Google se non voleva perdere clienti.

Condividi ↓
Apple, Applicazioni, iOSX, Software

3 Commenti

  1. voingiappone scrive:

    Si, certo… Apple fa una ca..ata e poi è colpa di Google. Apple si vanta di essere leader nell’innovazione ma l’unica cosa che sono in grado di fare è marketing sfruttando contratti ai limiti dell’illecito con i retailer (almeno qui in Giappone funziona così, suppongo valga ovunque), lucrando americanissimamente sulle cause per i brevetti e “mostrando” alla gente cosa sia meglio per loro. E chi compra la mela nemmeno se ne rende conto. Non parteggio per alcun rivale in particolare ma sono stufo di leggere articoli così scandalosamente di parte.

    Che si assumano le proprie responsabilità. Che si inventino un modo di far digerire queste mappe del cavolo se sono tanto bravi. Ah, no… aspettate, forse è meglio che Google si metta da parte per lasciare lo spazio alle mappe di iOS6 così la gente capirà che erano proprio queste ultime quelle veramente migliori. Quelle che devono volere.

  2. Stefano scrive:

    E invece di presentare le mappe come qualcosa di fantastico e mettere a disposizione quello schifo non potevano accordarsi per integrare l’app di TOM TOM che funziona benissimo? Bela cavolata.
    P.S. avete scritto l’articolo come se la povera apple è stata vittima di un’ingiustizia. Non è proprio così.
    Purtroppo oramai apple sta rincorrendo i concorrenti senza nuova vera innovazione. Ogni nuovo telefono, più che un prodotto innovativo, è un restyling del vecchio che non aggiunge molto al precedente modello. Ogni nuova versione di IOS ha il 90% di funzioni nuove copiate da android e appena un 10% di prodotti originali. Questo è successo sia per IOS5 che adesso per IOS6. Non è così che si fà il migliore smartphone al mondo (se ancora lo è…)

  3. Ratamusa scrive:

    @Stefano….
    Provare ad informarsi prima di spacciare queste stupidaggini per risposte?
    Il Digital Divide farcito da disinformazione pilotata di cui tu sembri orgolioso di essere affetto non ti fa fare una bella figura….
    Fino a poco tempo fa tu saresti sembrato una via di mezzo tra un Troll, un dork e un bimbominkia…

Lascia un commento