Come Apple protegge i nostri dati

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...
20140303-083737.jpg

La sicurezza dei nostri dati è uno dei problemi principali di questo periodo. Non si può trascurare la sicurezza dei nostri dati che spesso senza particolari tutele finiscono nelle mani di malintenzionati. Il modo migliore per tutelare i nostri dati e le nostre informazioni sarebbe quello di isolarci dal mondo e fare a meno di internet. Ovviamente questo è praticamente impossibile e quindi bisogna cercare compagnie che forniscano la maggiore tutela possibile.

Apple sotto questo punto di vista è in prima linea. Con iMessage Apple fornisce i migliori servizi per i messaggi. Questo tramite un servizio di criptografia dei messaggi da inizio alla fine. In pratica i messaggi sono sempre criptati in modo che malintenzionati non possano intercettarli. Ma al di là di leggere i nostri messaggi, è ancora più rischioso se viene modificato il contenuto. Questa pratica con iMessage è resa più sicura per il fatto che i messaggi sono criptati dai server Apple.

Un altro modo per mettere a rischio il proprio dispositivo è quello di utilizzare cavi che possano inserire dentro malware o virus senza nessuno sforzo. Se si utilizzano cavi non autorizzati da Apple, il rischio di inserire all’interno malware tramite la porta lightning è molto alto. Per non rischiare, la cosa migliore è utilizzare cavi e accessori autorizzati da Apple. Apple ha rilasciato un chip che ha all’interno un certificato digitale che lo rende molto sicuro. Gli sviluppatori registrati al programma Made for iPhone hanno la possibilità di ricevere il chip da includere all’interno dei loro prodotti e in questo modo riescono a rendere sicuri e certificati i dispositivi.

All’interno del processore A7 c’è una speciale “cassaforte” all’interno della quale si salvano le informazioni più personali e più private. All’interno di questa “cassaforte” ci sono, ad esempio, i dati del Touch ID. Questi dati sono rigorosamente riservati. Non riesce a recuperarli nemmeno Apple perché non c’è la sincronizzazione con i server. Nemmeno gli hacker riescono a penetrare questa cassaforte. All’interno di questo specifico settore c’è un sistema operativo separato e quindi gode di una certa autonomia di gestione da Apple, il che lo rende estremamente sicuro.

Condividi ↓
Apple, iPad, iPhone

Lascia un commento