Storico accordo tra Apple e IBM

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
apple ibm

Apple e IBM hanno annunciato ieri una partnership per lanciare dispositivi aziendali. Lo scopo è quello di trasformare la mobilità aziendale e  non è un segreto che Apple stia lavorando da tempo per conquistare il segmento aziendale che è monopolizzato da Blackberry e Windows. L’obbiettivo è quello di lanciare app da utilizzare per il lavoro e servizi di iOS che possano conquistare un pubblico aziendale.

Apple comincerà a vendere i suoi dispositivi ai clienti aziendali e creerà più di 100 app specifiche per l’utilizzo in azienda anche con personalizzazioni. Queste app saranno create per iPhone e iPad. IBM fornirà servizi Cloud per iOS, con la possibilità di organizzare i file nel dispositivo, e curando elementi quali la sicurezza, l’integrazione e l’analisi.

Tim Cook, CEO di Apple, ha dichiarato che iPhone e iPad attualmente sono i migliori dispositivi mobili per l’azienda con il 98% delle aziende facenti parte Fortune 500 che li utilizzano. Portare IBM nel mondo Apple significa offrire ad iOS la possibilità di analizzare e gestire i dati aziendali.

Apple dovrà anche fornire un servizio AppleCare confezionato su misura alle esigenze dell’azienda. Ci sarà anche un servizio di assistenza 24 ore su 24 proprio per la clientela aziendale.

Stando a quello che dice Tim Cook, la collaborazione con IBM è iniziata un paio di anni fa con la possibilità di una partnership. Tim Cook sottolinea che la collaborazione è totale, senza rivalità, senza competizione con un focus comune sui clienti aziendali. IBM offrirà la sua prima app nel 2015 e sarà la piattaforma MobileFirst. Sembra che Apple e IBM stiano lavorando seriamente per offrire un servizio ai loro clienti e questo potrebbe essere un vantaggio per entrambe le società.

Condividi ↓
Apple

Lascia un commento