Apple Pay sbarca in Australia con American Express

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...
apple pay

Apple Pay è sbarcata in Australia grazie ad American Express espandendo così  la propria diffusione in altri paesi dopo gli Stati Uniti, Regno Unito e anche Canada da qualche giorno. Il servizio di pagamento di Apple può essere utilizzato in una serie di supermercati e attività commerciali come Coles, Harvey Norman, Kmart, McDonald’s, Starbucks, Woolsworth e altri negozi australiani che accettano sia la carta di credito American Express sia il sistema di pagamento NFC.

I possessori di carta di credito American Express possono aggiungere la carta all’app Wallet presente su iOS 9.1. L’unico problema che ci sarà per i clienti australiani è che la presenza di american express è ancora molto poco diffusa, sicuramente meno di Visa e Mastercard. Il fatto che sia arrivato Apple Pay solo per American Express, suggerisce che presto si possa diffondere anche alle altre carte di credito offerte dalle principali banche australiane: Commonwealth Bank, NAB e Westpac. Infatti al momento i bancomat non funzionano con il servizio Appel Pay in Australia.

Apple Pay è ormai più di un anno che si diffonde nel mondo. Iniziando da Ottobre 2014 negli Stati Uniti, poi è arrivato in Luglio nel Regno Unito, poi da qualche giorno in Canada e Australia. Sempre American Express sarebbe un partner ideale per Apple in altri paesi come Singapore, Spagna, Hong Kong a partire dal prossimo anno.

In Italia sarà molto difficile che arrivi in breve tempo perchè la tecnologia NFC è ancora poco diffusa rispetto ad altri paesi. Bisognerà quindi aspettare che le grandi catene commerciali portino la tecnologia Apple Pay in Italia.

Condividi ↓
Apple Pay

Un commento

  1. Marcello scrive:

    C’è già l’italiana app Satispay per scambiare denaro tra amici in modo completamente gratis, senza commissioni, e pagar nei negozi. Inoltre 10€ in regalo iscrivendosi tramite questo codice promo da inserire in fase registrazione: MARCELLOMI

Lascia un commento