Gli acquirenti di iPod di prima e seconda generazione fanno causa alla “Mela”

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

La class-action contro le imprese, negli Stati Uniti d’America è molto diffusa. E anche Apple può in un certo senso diventarne vittima, visto che coloro che hanno acquistato un iPod touch di prima e di seconda generazione hanno deciso di fare una vera e propria battaglia legale contro la multinazionale di Cupertino. Per quale motivo fare una class-action contro Apple?

Il motivo risede nel fatto che Apple si fece pagare per gli update che permettevano ai possessori iPod touch di prima e di seconda generazione di attivare tutta una serie di opzioni sul proprio iDevice, come e-mail e applicazioni. Il problema è però che queste opzioni erano disponibili gratuitamente per i possessori di iPhone.

Anche coloro che possiedono un iPod Classic, Shuffle e Nano si sono mossi in questa direzione. Nello specifico, chi avesse preso un iPod fra il 12 Settembre del 2007 ed il 31 marzo 2009, qualora abbia pagato Apple per i vari aggiornamenti, ha l’opportunità di far parte di questa class-action, contattando l’organizzazione dal seguente link.

In alternativa,  è possibile non farsi inserire nella suddetta class action per intraprendere una causa singola contro Apple.

Condividi ↓
iPod, iPod Touch

Lascia un commento