“mi piace” falsi su Facebook

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

Si potrebbe anche chiamare problema di sicurezza, ma per il momento non ci sono profili violati. L’unica conseguenza che si nota sono i “mi piace” falsi che vengono aggiunti ai profili all’insaputa degli utenti. Il problema per Facebook è questo: le pubblicità che ci sono sul sito pagano in base a mi piace, visite o click che ricevono; si capisce chiaramente che se ci sono “mi piace” falsi allora i valori sono sballati e l’azienda pubblicizzata si sente imbrogliata.

È il caso di Limited Run che dice che solo il 20% delle visite che ha avuto il sito sono reali, il restante è frutto appunto di software di terzi. Eppure per Facebook non dovrebbe essere così difficile scoprire gli account violati sotto il profilo dei “mi piace”. Basta incrociare i dati relativi all’utilizzo medio e l’utilizzo giornaliero per vedere se ci sono comportamenti anomali.

Questo verrebbe causato da software maligni che agiscono per conto di terzi; anche se Facebook ha messo diversi vincoli legati all’utilizzo del social network, come ad esempio l’obbligo di registrazione per accedervi, sembra che comunque le misure di sicurezza non siano sufficienti.

Condividi ↓
News

Lascia un commento