Niente Google Maps, è merito della Cina

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...

iOS_Adoption_BreakdownAbbiamo scritto ieri di come MoPub abbia analizzato i dati di vendita di Apple scoprendo che l’aumento di vendite di iPhone 5 è partito proprio dal 12 al 17 Dicembre, nei primi 5 giorni di esordio di Google Maps. Adesso però Chitika smentisce quello che dice MoPub dicendo che in realtà il collegamento con l’aumento di vendite è un altro. Prima di tutto facciamo un po’ di chiarezza: sia MoPub che Chitika sono due agenzie che si occupano di analizzare e monitorare la pubblicità che viene visionata sugli schermi dei dispositivi, in questo caso iPhone 5. La differenza principale è che MoPub è internazionale mentre Chitika si occupa soprattutto di mercato USA e Canada.

Proprio questo sarebbe alla base dell’analisi di Chitika che ha scoperto che nel mercato americano in realtà non c’è stato nessun aumento di vendite. La percentuale di adozioni di iPhone 5 è rimasta stabile al 71,5% senza nessuna variazione prima o dopo l’uscita di Google Maps.

E allora come giustificare i dati di MoPub? Semplicemente con il mercato cinese, dove iPhone 5 è uscito proprio in quel periodo ed è in continua forte ascesa. Quindi in realtà i 10 milioni di download di Google Maps non hanno in nessun modo influenzato la domanda di iPhone.

Condividi ↓
Apple, iPhone, iPhone 5

Lascia un commento