Apple Pay ha visto il numero di aderenti crescere con una velocità impressionante secondo un Report di ITG Investiment sui pagamenti mobili. Risultato della ricerca è che Apple Pay nel mese di Novembre è responsabile per l’1% dei pagamenti digitali. Apple è ancora lontana dai numeri di altri servizi di pagamento  mobili come Square e PayPal che registrano il 18% e il 78% rispettivamente nel mese di Novembre.

Ma secondo gli analisti di ITG Investiment la crescita di Apple è forte tenendo in considerazione che è a disposizione di una nicchia di clienti che può contare sull’ultimo hardware rilasciato da Apple e un numero limitato di attività commerciali. Sempre secondo la ricerca, il 60% dei nuovi clienti Apple Pay ha utilizzato più di una volta il sistema di pagamento durante il mese di Novembre, con una media di 1,4 volte a settimana. Per fare un confronto, solo il 20% dei nuovi clienti PayPal ha utilizzato più di una volta il servizio di pagamento nello stesso periodo di tempo.

Dobbiamo ricordarci che Apple Pay è ancora in fase di test ed è disponibile solo sul suolo degli Stati Uniti. La maggior parte dei clienti Apple Pay utilizza il sistema di pagamento da Whole Foods, con il 20% delle transazioni. Al secondo posto c’è Walgreen con il 19% e al terzo posto McDonald con l’11%. Whole Foods registra anche la più grande percentuale di spesa, infatti il 28% del controvalore speso con Apple Pay nel mese di Novembre è passato tra i terminali di Whole Foods.

Nelle prime 72 ore di attivazione, Apple Pay ha registrato 1 milione tra carte di credito e di debito. Dobbiamo solo aspettare arrivi anche in Italia.

Condividi ↓

Lascia un commento