MagazineApp.it

Guide Iphone, Ipad e Mac e News Apple

Chi produrrà i processori per l’iPhone nel 2018

1 Pessima2 Insomma..3 Sufficiente4 Buona5 Ottima! (Nessun voto)
Loading...
tsmc_samsung_logo
tsmc_samsung_logo

Mentre tutti attendono informazioni per iPhone 8, c’è chi si sta già preoccupando della linea di iPhone che arriverà nel 2018. I processori dentro iPhone vengono prodotti da due aziende asiatiche: TSMC e Samsung. Per la linea di iPhone del 2016 e del 2017 Apple ha deciso di staccarsi dalla rivale Samsung e ha fatto affidamento solo a TSMC, con buoni risultati. C’è però chi dice che Apple possa tornare a fornirsi da Samsung per la linea di iPhone del 2018.

TSMC ha però appena presentato un processore  da 7 nanometri, fan-out wafer-level che sembra essere superiore a qualsiasi processore prodotto in casa Samsung. Bisogna però riconoscere che Samsung è molto attiva per quello che riguarda gli schermi OLED che servono ad Apple e che quindi il processore prodotto da Samsung potrebbe dare certe garanzie di compatibilità e affidabilità.

Samsung in questo momento si occupa dei processori A9 che vengono montati sul nuovo iPad che è in vendita dal 2017. TSMC è il solo fornitore di Apple del processore A11 da 10nm e probabilmente rimarrà il solo fornitore anche per la generazione A12 da 7 nanometri. Questo perchè TSMC sembra essere più avanti dal punto di vista dell’innovazione e della tecnica.

Samsung ha tutto l’interesse nel dire che produrrà i processori per Apple, perchè avere una commessa da Apple è molto importante dal punto di vista dell’immagine e delle finanze. Questo potrebbe essere il motivo della visita del CEO di Samsung: Kwon Oh-hyun, lo scorso mese a Cupertino. Se Apple decidesse di utilizzare TSMC come solo fornitore, questo sarebbe il terzo anno consecutivo in cui Apple fa riferimento ad una singola azienda produttrice: dopo il processore A10 per iPhone 7 e iPhone 7 Plus e A11 per iPhone 8, iPhone 7S e iPhone 7S Plus. Samsung è dal 2015 che non fornisce più processori per Apple e questo garantisce ad Apple un vantaggio anche in termini di competitività.

Condividi ↓

Lascia un commento